Servizi ai cittadini

“Il denaro dei contribuenti deve essere sacro“
(Luigi Einaudi – economista, accademico e politico)

L’offerta di servizi al cittadino è il compito principale dell’amministrazione comunale. Pensiamo alla Scalenghe di domani attraverso modelli di efficacia e efficienza in un’ottica di sostenibilità ambientale. Punti di partenza per le nostre iniziative saranno la messa a norma degli edifici di pubblica utilità per l’accesso dei disabili e un forte coinvolgimento del personale dell’amministrazione comunale nel percorso di rinnovamento del paese. Tra le nostre ambizioni c’è quella di elaborare un indicatore che ci consenta di calcolare lo stato di benessere dei cittadini di Scalenghe e delle sue frazioni, al fine di misurare l’efficacia delle prestazioni dell’amministrazione comunale. Questo indicatore dovrà essere una guida per consentire una pianificazione pluriannuale volta a migliorare la vita di tutti noi (indicatore calcolato seguendo modello “Benessere Equo Sostenibile – ISTAT” che dalla legge 163/2016 è previsto nella definizione delle politiche economiche della Pubblica Amministrazione).

✓ Unione dei Comuni: “L’Unione dei Comuni è l’Ente Locale, costituito con Comuni limitrofi, finalizzato all’esercizio associato di alcune funzioni e servizi” Decreto legislativo n. 267/2000. Scalenghe fa parte dal 2015 dell’Unione Airasca – Buriasco – Scalenghe che ha previsto la progressiva confluenza dei servizi di Segreteria, Polizia Municipale, Ufficio Tecnico, Ufficio Tributi; lasciando in capo ai singoli Comuni il solo Ufficio Anagrafe.

Opportunità:
• Il futuro è insieme. Lo Stato e l’Unione Europea indirizzano verso queste aggregazioni sia con finanziamenti esclusivi e bandi specifici per le Unioni, sia con chiari riferimenti all’importanza di fare rete oltre i meri confini comunali;
• Si migliora con il confronto. Le buone pratiche di un Comune potrebbero essere esportate agli altri Comuni. L’obiettivo deve essere quello di fornire più servizi ai cittadini;
• Potenzialità di risparmio. Unendo gli uffici si cerca di efficientarne la gestione.

Problematiche:
• Da soli si va più veloci. Molti Comuni limitrofi sono rimasti da soli mantenendo delle strutture che sembrano rispondere maggiormente alle esigenze del cittadino;
• Meno servizi. La percezione è che, in realtà, ci siano meno servizi, meno attenzione ai cittadini da parte del personale costretto a spostarsi di ufficio in ufficio.
• A che prezzo? Il risparmio realizzato comporta un minore servizio al cittadino?

Il nostro obiettivo è riqualificare il ruolo di Scalenghe al fine di accrescere l’offerta generale di servizi a tutti i cittadini. In quest’ottica, proponiamo di affrontare il tema relativo alla permanenza nell’Unione alla luce dell’attenta analisi delle opportunità e delle problematiche sopra descritte, con assoluta priorità in funzione dei tempi dettati dall’articolo 21 dello Statuto dell’Unione.

✓ Trasporti pubblici: proponiamo una maggiore attenzione alle esigenze degli utenti, pendolari e studenti, dei collegamenti sull’asse Pinerolo-Torino-Saluzzo. Inoltre, la presenza della pista ciclabile apre grandi prospettive per un possibile piano sostenibile che integri la mobilità su due ruote e il trasporto pubblico, da realizzare con i Comuni limitrofi (comma 71 Legge 205/2017 – Legge Bilancio 2018).

✓ Internet ad alta velocità: il territorio di Scalenghe è del tutto escluso dal servizio di ADSL a banda larga. Fino a ora è stato possibile distribuire il segnale esclusivamente via radio. Negli anni però il servizio si è saturato generando basse velocità di connessione. Analizzate le possibilità di portare la rete via cavo ad alta velocità, vorremmo eliminare completamente il divario digitale e dare la possibilità a tutti gli scalenghesi, incluse le aziende che lavorano sul territorio, di accedere alle stesse opportunità di Rete.

✓ Maggiore efficienza delle utenze comuni: tra le possibili azioni che vanno in questa direzione, proponiamo la continuazione del percorso già intrapreso dall’Unione dei Comuni, per arrivare a una progressiva sostituzione dell’attuale illuminazione pubblica con lampade a risparmio energetico e/o con regolazione dell’intensità luminosa. L’obiettivo è abbassare in questo modo la bolletta dell’energia elettrica in carico al Comune. Analogamente, vorremmo individuare soluzioni per la riduzione dei costi delle utenze pubbliche che ricadono sulle tasche dei cittadini (acqua, luce e riscaldamento dei vari edifici di proprietà del Comune).

✓ Consorzio ACEA: le tasse sui rifiuti che paghiamo sono calcolate in base ai chilogrammi di rifiuti indifferenziati che conferiamo in discarica. Esistono fondi pubblici il cui accesso è legato al raggiungimento della percentuale del 75% di raccolta differenziata; tale percentuale consentirebbe, quindi, non solo di abbassare le tasse nell’immediato, ma anche di avere risorse per migliorare la sostenibilità ambientale del nostro Comune. Pensiamo che il compito dell’amministrazione comunale sia quello di incentivare la raccolta differenziata al fine di abbassare i tributi in capo alle singole famiglie/utenze attraverso le seguenti possibili azioni:

  • studio di modalità innovative di conferimento dei rifiuti urbani, come ad esempio il sistema “porta a porta”, adottato con successo da Comuni limitrofi, l’utilizzo di appositi sacchetti di carta per ridurre il peso dell’organico e misure che limitino solo ai residenti l’accesso alle aree di raccolta (con tessere o chiavi), al fine di evitare utilizzi impropri dei cassonetti;
  • studio dell’inserimento di eco compattatori per la raccolta di bottiglie di plastica con erogazione diretta di buoni sconto spendibili in attività convenzionate. Si tratta di iniziative già presenti sul territorio italiano e europeo che danno valore al rifiuto;
  • attenta mappatura al fine di migliorare la capillarità dei cestini e dei punti per la raccolta differenziata;
  • verifica del fabbisogno di interventi di conferimento in discarica dei rifiuti ingombranti;
  • studio di fattibilità per una modifica del calcolo della tassazione comunale sulla base dei chilogrammi di conferimento in discarica;
  • sistemazione delle foto-trappole esistenti e valutazione di nuove installazioni.

✓ Gruppo di Lavoro: per l’importanza che, sin dal primo momento, abbiamo dato al confronto con la popolazione, è nostra intenzione sviluppare un Gruppo di Lavoro pubblico, aperto alla cittadinanza e denominato “Ricerca Fondi”, per dare una solida visione al nostro futuro e creare le possibilità di realizzare i nostri sogni.

2018-05-22T09:28:22+00:00